,

Netto ritardo delle allergie di primavera a causa del freddo e delle piogge

Le previsioni meteo parlano chiaro: a causa del freddo e delle piogge che hanno fatto da padroni durante tutto l’inverno, le allergie di primavera hanno subito un netto ritardo, di pari passo con la bella stagione che tarda ad arrivare e con sè anche le fioriture che sprigionano i pollini allergenici.

allergia-pollini

 

L’allergia, la quale parola significa reazione diversa, è una malattia che si riscontra in soggetti allergici con un basso sistema immunitario e si manifesta con reazioni eccessive a causa di allergeni, agenti e sostanze esterne al nostro corpo che si incontrano con gli anticorpi.

Quando si scatena l’allergia il soggetto allergico, venendo a contatto con gli allergeni, produce un gran numero di anticorpi che classificano l’allergia in vari tipi, tra cui quella causata dal contatto di farmaci, cosmetici, piante o dalle vie respiratorie inalando pollini, polveri e acari.

Soprattutto quando arriva la bella stagione si manifestano le tanto odiate allergie di primavera, i soggetti colpiti diventano schiavi di medicine e rimedi anche naturali che alleviano questo fastidiosissimo disturbo che si manifesta con starnuti e arrossamento degli occhi. Per fortuna, le vittime, che puntualmente soffrono di allergia, quest’anno, hanno tirato un sospiro di sollievo, in quanto le allergie di primavera sono in ritardo dovuto al fatto che l’inverno con tutto il suo freddo è stato più lungo, provocando un ulterioreritardo della bella stagione.

Anche il Meteo che contribuisce ad aggiornarci sulle previsioni del tempo, nei prossimi giorni prevede bel tempo e temperature in rialzo, ciò porterà dunque a delle variazioni sulla circolazione dei pollini nell’aria a seconda delle previsioni meteo, infatti, ci sarà un aumento della circolazione dei pollini durante le giornate calde e di sole mentre ci sarà una diminuzione nelle giornate difreddo e piogge. Insomma meteo ha portato solo notizie positive per gli allergici che possono ancora godere di qualche giornata in santa pace, lontani dai pollini allergenici delle famiglie di graminacee, cupressaceae, oleacee, etc..

Ben presto il freddo ed il ritardo della bella stagione saranno solo un brutto ricordo a discapito dei poveri allergici che dovranno fare i conti con fazzoletti, starnuti e occhi rossi a causa delle allergie di primavera, ormai alle porte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *