,

Cos’è il peeling chimico

Il peeling chimico è un trattamento di bellezza che serve a stimolare la naturale rigenerazione cellulare della pelle attraverso l’applicazione di una soluzione a base di acidi (tra cui quello glicolico). Ma come funziona? Quali sono benefici e controindicazioni? Scopriamolo insieme!

Rigenerare la pelle in profondità

Come abbiamo visto nell’articolo dedicato a come creare in casa un peeling naturale, è importante esfoliare la pelle settimanalmente per permettere alla cute di rigenerarsi, liberarsi da impurità ed eliminare le cellule morte che possono renderla spenta e ruvida al tatto.

Il peeling chimico funziona esattamente come quello casalingo, ma ha una concentrazione di acidi molto più alta ed è perciò adatto a migliorare l’aspetto del viso anche in presenza di cicatrici da acne, acne attivo, macchie cutanee, discromie e prime rughe.

Dato che la soluzione applicata sul volto attraverso pennelli e cotone ha una percentuale di agenti attivi piuttosto elevata, è importante che questo trattamento cosmetico venga effettuato da personale specializzato come, ad esempio, un’estetista professionista.

Peeling chimico: durata, benefici, controindicazioni

Per ottenere il massimo dei risultati è consigliabile eseguire più di una sessione. Normalmente un ciclo completo ne prevede sino ad un massimo di 4, a distanza di circa 25 giorni l’una dall’altra.

I benefici a lungo termine sono diversi: la pelle risulta più levigata, morbida, luminosa e rinnovata in profondità. Il mix di acidi, infatti, permette di stimolare la naturale rigenerazione cellulare rendendola più veloce.

Oltre a questo è possibile notare anche una riduzione visibile dei primi segni del tempo, uno scolorimento delle macchie cutanee e l’attenuazione di cicatrici e segni dovuti all’acne.

Dopo la seduta è possibile che si avverta una sensazione di bruciore e desquamazione. E’ del tutto normale e transitoria per cui non deve destare preoccupazione. Occorre però prestare moltissima attenzione a non esporsi ai raggi solari immediatamente dopo il trattamento. E’ necessario inoltre applicare per alcune settimane una crema solare adatta al viso con protezione 50+ e schermo totale.

Per questo motivo il peeling chimico non deve essere eseguito in tarda primavera o in estate. In caso di dubbi è sempre consigliabile chiedere informazioni all’estetista oppure al dermatologo o medico curante per appurare che non vi siano interazioni con eventuali cure in corso o intolleranze ai principi attivi.

E tu, conoscevi questo trattamento? L’hai già eseguito?

Ti consigliamo di leggere anche tutti gli altri articoli contenuti  nella sezione beauty per trovare tanti altri contenuti utili a te e alla tua bellezza. Per esempio scopri come funziona e che cos’è la dieta a zona, le proprietà della maschera all’argilla oppure leggi i rimedi naturali per la pelle grassa e sarai sempre al top in poche mosse!

Leggi anche: Maschera purificante viso fai da te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *