,

Come ottenere un’abbronzatura perfetta

Come ottenere un’abbronzatura perfetta

Abbronzatura: “Quest’anno voglio abbronzarmi talmente tanto da fare invidia a un tunisino!” Ne sentiamo molte di frasi del genere fra gli amici e parenti, che solo col pensiero vorrebbero aumentare le loro capacità di rendere la loro pelle simile a quella di un bronzo di Riace.

Con la prova costume che ci traumatizza, l’estetista che ci attende fremente, almeno un alleato dalla nostra parte lo abbiamo? Si può fare davvero qualcosa per aiutare la nostra pelle ad abbronzarsi bene e in tutta sicurezza?

Come ottenere un’abbronzatura perfetta

Molti di voi conoscono il beta carotene. Mi direte: “Si è quella sostanza che sta nella frutta arancione e che aiuta ad abbronzarsi meglio”

Io vi rispondo: Bravi! Ma non del tutto! Ci sono un pò di cose da chiarire sul beta caro.

Questo pigmento arancione si trova in diverse varietà di frutti e verdure, a cui conferisce il caratteristico colore giallo/rossastro: carote, melone, zucche, peperoni, pomodori, albicocche, cachi, arance ma anche verdure a foglia verde come gli spinaci, i broccoli, le rape e la cicoria.

Potrebbe piacerti anche: Fasi lunari e cura del corpo: ecco come funziona

E’ il precursore della Vitamina A, detta anche Retinolo. Risulta quindi fondamentale per la salute di occhi e pelle.

E’ un potente antiossidante, aiuta quindi ad eliminare i radicali liberi nemici della giovinazza, protegge dagli agenti inquinanti, è necessario per la corretta crescita e riparazione dei tessuti corporei, aiuta a mantenere la pelle liscia, morbida e sana .

Ma torniamo alla nostra desiderata, anzi desideratissima tintarella estiva: è vero o no che il beta carotene stimola l’abbronzatura della pelle?

C’è un mito da sfatare e una lancia da spezzare in difesa del Beta carotene.

L’abbronzatura viene prodotta dalla melanina, pigmento prodotto dai melanociti della pelle. Quindi il beta carotene non agisce direttamente sul livello della nostra doratura estiva. Nè tantomeno protegge dai danni causati dai raggi UV.

Però c’è da dire che questo pigmento una volta assorbito va a depositarsi nel tessuto adiposo e nella pelle rendendoli di un colore bruno leggermente dorato che quindi va a migliorare la colorazione della nostra pelle.

E allora un consiglio: mangiamo tanta frutta e verdura, godiamoci gli effetti positivi del beta carotene, e non dimentichiamo mai la protezione solare. Senza quella rischiamo solamente di friggerci al sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *